Archivio per gennaio 2010

La libertà è terapeutica…

Da REPARTO N°6

come la deportazione dei matti da una struttura all’altra senza preavviso né progetti che non siano legati alla la gestione dei posti letto

come le notti fatte una dopo l’altra in strutture assistenziali per una manciata scarsa di €uro l’ora da donne per lo più extracomunitarie (e capita ci scappi il morto…)

come i corsi di formazione alla polizia organizzati dal dipartimento di salute mentale dopo che agenti hanno causato la morte di un matto

come ragazzi di 35 anni in casa di riposo

come le persone che barcollano, sudano freddo, dormono giorni per la sedazione democraticamente elargita in diagnosi e cura e centri di salute mentale

come le “cadute dalle scale”, le porte “non sempre” aperte…,

come le cliniche private, i ricoveri, le case di riposo, le comunità “terapeutiche”

come l’abbandono di utenti e operatori

come il “territorio”

come la disperazione dei familiari

come i pregiudizi, la discriminazione, la criminalizzazione, l’infantizzazione e il disprezzo per i matti

come le “contraddizioni aperte”

come i budget di salute e i progetti educativi

come la sperequazione sociale ed economica tra operatori dei servizi e tra utenti e operatori
(non sempre in favore di questi ultimi)

come la distanza tra enunciati/leggi e pratiche

come gli appalti e le esternalizzazioni

come i suicidi e gli omicidi negli OPG, nei centri di salute mentale e nei gruppi appartamento

come i diritti in più o in meno (ma mai gli stessi) dati ai matti

come il trattamento sanitario obbligatorio, la tutela legale, il manicomio criminale, l’ “incapacità di intendere e di volere”

come gli psichiatri, gli infermieri, gli assistenti sociali, gli psicologi, gli psicoterapeuti, le guardie, gli educatori, gli animatori, i volontari…

come il mucchio dei vestiti (dove c’è… e c’è…)

come i water senza tavoletta, la mancanza cronica di carta igienica e detersivi, le luci al neon…

come la verità che è rivoluzionaria ma non c’è mai

come gli psichiatri democratici in politica che in qualunque partito militino sostengono sempre e comunque istituzioni totali, discriminazione e repressione

come l’HACCP che rende le cucine delle comunità asettiche, fredde e senza matti

come la certificazione di qualità e la burocrazia

come le leggi sulla sicurezza sul lavoro che non tutelano i lavoratori ma rendono impermeabili
le comunità al mondo circostante

come la ristrutturazione e la riqualificazione dei padiglioni del manicomio e il conseguente sgombero dei matti in favore di impiegati, studenti, ambulatori, convegni…

come la sanità aziendale

come le società, le cooperative, le associazioni – spesso fondate da psichiatri – che si spartiscono le esternalizzazioni dell’assistenza psichiatrica

come la vacuità delle borse lavoro

come i tagli ai servizi

come le spese di promozione, di turismo psichiatrico e per i convegni

come i tanti roseti e i pochi centri diurni

come le prescrizioni (spesso approssimative) di iniezioni, psicofarmaci, metadone

come le diagnosi, le statistiche, le relazioni “scientifiche”, le cartelle cliniche

come i rientri dagli OPG con progetti fasulli che puntano più ai denari del ministero di grazia e giustizia che ai diritti degli utenti

come le riunioni di servizio

come le ore non pagate

come le relazioni (talora sordide), gli agganci, i favori, le complicità…

come i rapporti, le influenze e le responsabilità di politici e gruppi di potere o interesse nella sanità

come …

la libertà è terapeutica come la mia rabbia, indignazione e impotenza
la libertà sarebbe terapeutica ma non c’è… e in ogni caso non c’è nulla da curare… negli “utenti” perlomeno…

Da wordpress a wordpress

aggiornamento 11/2010 Quelli di netsons hanno ben pensato di trasformare l’account gratuito in “gratuito se pubblichi la nostra pubblicità”. Essendo risultato consapevolmente inadempiente, gli account sono stati segati. Aggiornerò i link non appena avrò tempo di dedicarmi ad una migrazione.

Seguendo QUESTA semplice guida, ho aperto un account su altervista ed ho installato wordpress.

Da tempo meditavo di provare questo CMS senza i limiti dati dall’hosting ma, per pigrizia, mi ero ben guardato dal farlo.

La molla che mi ha spinto a fare questa prova è stata la scoperta che non avrei mai potuto cambiare la favicon di “zaku” : orrore :

Per il momento ho installato il programma (la procedura è più semplice, seppur simile, a quella per installare joomla! su netsons) , giocato un po’ con i temi ed importato gli articoli di questo blog. Naturalmente, non ho minimamente pensato alla favicon.

“zaku” per ora rimane qui. Ma, nella rete, si aggirano ora ben 2 suoi fratellini.

pidgin + twitter su ubuntu 9.10

Da un po’ sto provando twitter, piattaforma per il microblogging. Più che altro la utilizzo come “aggregatore di feed”; forse un giorno parteciperò attivamente a questa risorsa.

Per ora sono talmente pigro che mi scoccia anche solo aprire l’ennesima tab del browser per ospitare la mia home sul sito.

Così, con un po’ di pazienza, sono andato a cercare come installare il plugin di pidgin per ricevere i tweet comodamente sulla mia scrivania (ehm, desktop).

In breve, grazie al terminale:

1. Apriamo il nostro file sources.list:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

2. Copiamo queste righe da questo PPA:

deb http://ppa.launchpad.net/ikuya-fruitsbasket/ppa/ubuntu karmic main
deb-src http://ppa.launchpad.net/ikuya-fruitsbasket/ppa/ubuntu karmic main

ed incolliamole nel file precedentemente aperto, quindi salvarlo e chiuderlo;
3. Autentichiamo il PPA:

sudo apt-key adv --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-keys B5C3E88B

4.

sudo apt-get update

5.

sudo apt-get install pidgin-mbpurple

6. Riavviare pidgin, quindi in strumenti–>plugin, mettetre una spunta a “twitgin”.
enjoy laziness. 😉

Aggiornamento: assolto Luca Tornatore

Dopo un mese di carcerazione, è stato riconosciuto estraneo ai fatti contestati, assolto con formula piena e scarcerato Luca Tornatore.


enea papà

Segui zakunin su Twitter

Aggiornamenti Twitter



zakuninATgmailDOTcom

il materiale di questo blog, se non diversamente specificato, è pubblicato con licenza:

Post più letti

zakupress

nota legale

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001
pimpa

Blog Stats

  • 37,655 hits

governo?